TenshinShoden Katori Shinto Ryu

      Il "TenshinShoden Katori Shinto Ryu" è forse la più antica delle scuole d’armi del Giappone Giappone e fra le più famose Arti Marziali Tradizionali Giapponesi. Nasce nel Tempio Shintoista di Katori per volontà di Iizasa Ienao, noto come Choisai, che da giovane fu un guerriero imbattibile ma scelse poi di diventare monaco. La scuola del Katori Shinto Ryu è rimasta sempre indipendente da qualunque clan nobiliare ed i suoi allievi facevano giuramento di sangue (keppan) e si impegnavano a non divulgarne i segreti, pena la vita. Sul Katori Shinto Ryu sono ormai disponibili in rete moltissime informazioni, a cui si rimandano i "navigatori" interessati. In questa nota vorremmo invece proporre un invito alla pratica nell’ipotesi che, se arrivato fin qui, il lettore abbia già una mezza idea di fare una prova "dal vivo", il modo senz’altro migliore per conoscere una disciplina marziale. Accenniamo perciò a cosa il potenziale spadaccino potrà trovare durante la pratica del Katori Shinto Ryu. In questa disciplina la spada è considerata l’arma centrale e più importante nell'arsenale del Bushi,il guerriero giapponese, sebbene Choisai abbia strutturato la sua scuola sullo studio di una vasta gamma di armi. In tal modo, egli ha esteso la formazione dei suoi allievi al maneggio di altri sistemi d'arma, al fine di rendere familiare al guerriero ogni possibile contesto in cui in battaglia poteva ritrovarsi. L’apprendimento si perfeziona attraverso lo studio di numerosi "kata" ("forma"), ovvero serie preordinata di tecniche, in cui vengono messe in evidenza le caratteristiche di ognuna delle armi con cui la katana si poteva contrapporre:
katana - katana,
katana - bo (bastone lungo),
katana - ryoto (spada lunga e spada corta)
katana - naginata (alabarda)
katana - kodachi (spada corta)
katana - yari (lancia)

      I  kata sono eseguiti a coppie e studiati utilizzando armi d’allenamento in legno che riproducono, nell’uso, le armi illustrate. Attraverso lo studio e la ripetizione dei kata, il guerriero si allenava alla distanza ottimale, a tenere la posizione, a tagliare il bersaglio.



      L’Associazione Iwa Nami di Carrara ha l’onore di poter seguire gli insegnamenti di Luisa Raini Sensei, che in Italia rappresenta ufficialmente la scuola. Luisa Raini Sensei è infatti "
Shidosha" (Leader della propria Nazione), titolo che le è stato conferito, con autorizzazione scritta, dal "Soke" della scuola e dallo "Shihan Otake Risuke". Maggiori informazioni, su storia, eventi, seminari e luoghi di allenamento possono essere reperite sul sito ufficiale sotto riportato:

Tenshinshoden Katori Shinto-Ryu